Una siciliana a Ginevra

È forse proibito sognare? Una donna come tante, oggi per andare avanti deve vedersela con tante situazioni fuori dall’ordinario. Ho conosciuto l’abbattimento più profondo e la voglia fortissima di gettare la spugna. Ma proprio toccando il fondo, ho avuto la spinta di risalire. Ho preso nelle mie mani la vita e con tenacia e spirito positivo, ho trasformato una selva di spine in un confortevole giardino. Ho imparato che la felicità non ci piove dal cielo, ma è un’arte che si può apprendere. Ora la voglio insegnare alle donne coraggiose come me. Ho ricevuto un dono e voglio condividerlo con tutti. Una casa cinematografica, la Swiss Art Movie Music, si è interessata alle mie vicende e mi ha proposto di realizzare un film con Maria Grazia Cucinotta e Raoul Bova, Risi come regista. Vi racconto in anteprima «4 Passi verso la Felicità» perché sono sicura che molte donne potranno identificarsi nella mia vicenda e capire la mia urgenza di condividerla con loro in un film. Tutti coloro che hanno ascoltato il mio racconto, sono concordi: è autentico e originale, strappa commozione e sorrisi, come solo i più bei film italiani sanno fare. Una storia che merita di essere raccontata. Un film non convenzionale, che deve vedere la luce. Chiedo il tuo aiuto, per realizzare la sceneggiatura avvalendomi di un professionista. Ho già tutti i contatti e le promesse di finanziamento per realizzare il film, una volta che la sceneggiatura sarà pronta. Mi vuoi dare una mano?

TRAMA DEL FILM Giulia é una giovane donna siciliana che si trasferisce in Francia, seguendo il sogno di un futuro professionale migliore. Ospite dapprima in casa della zia, la coppia, dopo varie vicissitudini si sposa e costruisce una famiglia, allietata dall’arrivo di due belle bimbe. La faccenda si complica quando Giulia e Giorgio, decidono di andare a lavorare a Ginevra, dove le prospettive di lavoro sono ancora migliori. Giulia diventa assistente in uno studio legale, ma l’avvocato per cui lavora, manifesta presto inconfessabili devianze, come un appetito morboso per pratiche sadomasochistiche. Giulia è una siciliana verace e vivace. La solarità del suo carattere, fa reazione chimica e le sue risposte creative e spontanee alle strane richieste del suo datore di lavoro, riusciranno a trasformare la situazione a suo favore. La donna confrontata con le difficoltà di famiglia e professione, invece di perdersi d’animo, sviluppa una sua personale filosofia, declinando in modo personale il concetto di pensiero positivo.

Questo vestito rosa di cui si veste per affrontare la vita, le tornerà nuovamente utile quando la vita professionale la metterà a contatto con datori di lavoro sempre più folli e bislacchi, passando dalla padella alla brace.

PER CAPIRE MEGLIO UNA DELLE PROBLEMATICHE AFFRONTATE NEL FILM E’ NECESSARIO GUARDARE L’ALTRO VIDEO DI YOUTUBE CLICCANDO SUL PRIMO LINK DELLA LISTA. NON ESITATE!

Picture db3ad695 25c6 4ea5 8f57 3df97a5e937fPicture abb82965 4123 4ac5 911d 891b917dc6a3Picture 1763832b 5732 48cd b989 832f1e66139f

Che c’è di speciale nel mio progetto

Lo scopo di questo progetto é quello di portare a conoscenza del pubblico 4 elementi fondamentali: La felicità non ci piove dal cielo, ma ce la costruiamo noi con tenacia, buona volontà, versatilità e un pizzico di fantasia. Non c’è guaio, vicissitudine, dolore che non possiamo trasformare in felicità con il nostro pensiero e la nostra azione positiva. La sua storia può essere quella di ogni donna e sono sicura che nella mia avventura personale, ciascuna delle spettatrici ritroverà un po’ di se stessa. L’obiettivo di noi tutte è uno solo: trovarci durevolmente in uno stato di gioia profonda. Se con il mio film, riuscirò a trasmettere ad altri quanto ho appreso con il mio personale percorso di approfondimento interiore, avrò realizzato la missione della mia vita e sarò doppiamente felice.

Pietro GHISLANDI, attore lombardo, che farà parte del cast, dopo avere letto il mio soggetto, scrive:

«Ora capisco perché tu creda fortemente in questa» operazione artistica» di alto livello. Un film come questo ha il pregio di discostarsi dagli standard dei soliti film pseudocomici che rimangono nelle sale per un solo pomeriggio e non lasciano il segno nella storia del cinema. (…) finalmente un film denso di umanità con forti potenziali per poter far sorridere, commuovere ma, soprattutto, far riflettere lo spettatore sui valori della vita (generosità, bontà, solitudine, voglia di aiutare il prossimo ecc.) valori importanti oggi tanto dimenticati.»

Content

Perché ho bisogno di sostegno

Il progetto é già stato in parte finanziato per la stesura della sinossi curata dall’ottimo Giovanni Nikyforos e tratta da un soggetto ideato e scritto da Giusy Giacona Morelli. Il vostro contributo servirà alla stesura della sceneggiatura che avrà tre autori Risi/ Nikyforos/Blum e potrà successivamente portare alla realizzazione del film commedia. Forza, ragazzi! Ci siamo quasi! L’ultima goccia per riempire il vaso, l’aspetto dal vostro sostegno! GRAZIE!

Content