Dalla Svizzera all’Uruguay per fare i contadini

Nel 2012 siamo emigrati dalla Svizzera in Uruguay, a Montevideo Rural,per intraprendere una nuova attività da agricoltori in seno alla piccola impresa famigliare dei Britos. Siamo una biologa e un attore (con 3 figli) che hanno deciso di lasciare il proprio lavoro per imparare qualcosa di nuovo, per contribuire a un progetto in cui crediamo e che pensiamo abbia un grande valore a livello collettivo.

A pochi chilometri da dove è nato il tango, a Manga, un quartiere suburbano, lavoriamo un pezzo di terra di 6 ettari. Si tratta di un mosaico di culture biologiche estremamente diversificate dove si combinano armoniosamente verdure stagionali, svariati frutteti e galline da uova.

Una situazione più unica che rara al giorno d’oggi in Uruguay, dove dominano le monoculture transgeniche che nel 2015 hanno raggiunto un’estensione di 1,6 milioni di ettari di soia e mais transgenico, perlopiù prodotti con semi di Monsanto e mantenuti con i peggiori agrotossici dalla stessa ditta.

Con i nostri prodotti riforniamo 3 volte alla settimana un negozio biologico al centro di Montevideo (cooperativa di produttori), una volta alla settimana un distributore che consegna verdure a domicilio e ogni domenica siamo presenti con una bancarella al mercato «organico».

Picture 9356eeef 915c 4473 91a7 51422ca9ab25Picture f39ab231 f009 4208 b21a bd53c761afc7Picture 472d9dc1 811e 45c1 8368 685c07bdc68cPicture 39f2b783 7234 4deb 98f7 356734cb823ePicture c4095265 3b56 45ac 841e 052af8469774Picture 19b50664 7df2 45b5 b76d 2ee907f542fdPicture 9b97aa73 4104 4d2a 890a 253bddd5d982Picture 07f4e6aa d2ed 4642 a00a aa16d7965fdd

Perché un Crowfounding ?

Dopo due anni di apprendistato e pratica quotidiana abbiamo messo a fuoco degli investimenti e accorgimenti che ci permetterebbero di migliorare ed incrementare la produzione di verdura, frutta e uova. Un aumento di produzione richiesto direttamente dai consumatori: in questo momento la domanda supera infatti di gran lunga le nostre possibilità di produzione.

La richiesta fondi che stiamo lanciando serve a migliorare quanto già esiste e a valorizzare e potenziare la capacità di produzione della terra che lavoriamo con dedizione e passione tutti i giorni. Con il vostro aiuto potremmo fare meglio e di più dimostrando così che un modello di agricoltura sostenibile e vivibile è fattibile e risponde ad una domanda esistente e crescente.

Picture bdc22c8f 935e 46e6 bb58 62fcd5c65e2dPicture 8e3bee61 e973 48b0 b3d1 c16032ddbea7Picture 1180b0f7 99f0 4d4e a9e8 d47d77ec557ePicture 55f9200a 2da4 46cf 8414 0dec97dc7e87Picture 5d3dfd64 a89f 4fc3 aaaf f39d8cca93f5

Con il vostro aiuto faremo meglio e di più

Per migliorare il nostro sistema agricolo biologico in maniera sostanziale abbiamo individuato tre progetti atti ad incrementare la produzione così come ad ottimizzare la qualità del lavoro. La somma d’investimento è di 16’000.

  • Amplieremo il pollaio per passare da 30 a 180 galline. Costo: 5’000 CHF

Dopo un’anno di esperimento effettuato con un piccolo pollaio mobile abbiamo potuto constatare che le galline costituiscono un enorme contributo nel ciclo vitale di una produzione biologica come la nostra: aiutano e tenere sotto controllo gli insetti nocivi, pascolando fertilizzano il suolo, aiutano con il taglio dell’erba e producono uova biologiche .

  • Implementeremo un sistema di irrigazione per i frutteti. Costo: 5’000 CHF

I nostri alberi di arance, mandarini e limoni sono adulti e produttivi e necessitano ora, per produrre in modo più consistente e regolare, di un sistema di irrigazione provvisto di pozzo d’acqua e di un sistema di irrigazione individuale per ogni albero (200 alberi).

  • Acquistaremo e installaremo un container per immagazzinare attrezzi di lavoro e verdure. Costo: 6’000 CHF

In questo momento disponiamo di in magazzino che non è però più conforme né a livello di igiene né a livello di sicurezza (viviamo comunque in una periferia Sudamericana e rischiamo purtroppo spesso di essere soggetti di furti di verdura a materiale) oltre che essere scomodo per tutti coloro che lavoro nel campo ( angusto, non luminoso e sottodimensionato)

Picture e390de16 8dea 4e0e a28e 22e533a6bfb0Picture afd77b27 0980 4bb4 8fde ec5505f9cb38Picture 6ef6b15b f0a1 4910 8ed1 c59833ded26aPicture f8e7b939 d582 4d30 9735 9975b4c53473Picture dd802213 3d1b 49ec b8c8 6be11c35f63bPicture 6b82e826 e920 4294 b8b0 a29409d21c77Picture fcfce309 b613 49df 81c9 438b5c2f8969Picture 72d2081b b912 44f7 9299 12446e371cdcPicture b51b08a3 49e7 42ef 8aae 3ec9f0734de7

Sostenerci vuol dire…

  • …dare la possibilità a una piccola azienda di migliorare considerabilmente la propria produzione permettendo al contempo a più persone di usufruire di cibo biologico e a km 0, altrimenti difficilmente disponibile.
  • … lottare contro il monopolio delle monoculture che primeggia in Uruguay (e non solo).
  • …sostenere un sistema di agricoltura famigliare, biodiversa e rispettosa dell’ambiente.
  • Un tipo di agricoltura che rappresenta un vero modello qui in Uruguay (ma non solo) che è poco conosciuto e praticato ma che suscita sempre più interesse. Regolarmente apriamo le porte della nostra azienda per mostrare il nostro lavoro (corsi e volontari); 4 volte all’anno accogliamo gli studenti di agronomia dell’Università pubblica di Montevideo. Consideriamo infatti che la divulgazione del sapere accumulato nella gestione dei processi naturali è un nostro dovere.
  • … creare qualche posto di lavoro qualificato in più in una società che ne ha molto bisogno.
Picture 850a6d5b 691a 4ce3 8e94 60d0a4281c9dPicture 14b1f186 6e9b 42a6 b0da 91cc1760288cPicture 0802cb90 53fd 4819 a013 12eaf838e726Picture b50c5371 44bc 4b35 99c8 8de701d9eccdPicture 68963b04 1424 45d0 9276 3d0d17e06e40Picture e03e0e17 7993 440d a6f1 8f5d93929afe

Ricompense

  • Increase the number of our hens from 30 to 180

After experimenting for one year with a small mobile henhouse, we realized that hens make a huge contribution to the life cycle of an organic production such as ours, as they: are effective in pest management, they fertilize the soil, eat the grass and produce organic eggs

  • Set up an irrigation system for our orchards

Our orange, tangerine and lemon trees have reached fruit-bearing age. To improve the quantity and regularity of their production,we now need a water well and an individual irrigation system for each tree.

  • Buy and set up a warehouse for storing equipment and vegetables

Our current warehouse no longer complies neither with hygienic nor safety standards (we live after all in the outskirts of a Latin American city and are unfortunately at risk of equipment or produce theft), beside being inconvenient for the farmers (too narrow, too dark and too small).

Picture b1418eb2 7090 4a9d 8937 8c5e84c6124ePicture c7a32121 87b5 47f3 9fc6 99e93863e53dPicture c629cdc0 166d 4e53 ac1f 6779c9020b76

Why support us?

… support a farming system that is family-based, bio-diverse and eco-friendly, a true model for Uruguay (andbeyond) that is still known and applied by few, but which is raising increasing interest. We regularly open our doors to trainees and voluntary workers; 4 times a year, we welcome the agronomy students of Montevideo Public University. We consider it our duty to disseminate our know-how of the management of natural processes.

… oppose the monocultural monopoly that dominates Uruguay (and beyond) by enabling a small business to considerably enhance its production, while also making organic local food available to more people who would otherwise not have access to it.

… create a few additional and highly needed qualified jobs

Rewards