Un palcoscenico per il territorio

La prima edizione vuole innanzitutto essere una messa in valore della scena musicale ticinese che, da alcuni anni a questa parte, ha visto nascere e crescere formazioni di grande richiamo. Ad aprire le danze sarà il profondo cantautorato del collettivo Terry Blue, giovane formazione con un album fresco di stampa in attivo. In seguito, un veterano del panorama elvetico, Sebalter scalderà le cave di Arzo con un folk-rock di ottima fattura. Sul palcoscenico, una vera e propria ciliegina sulla torta, sarà il turno di Jack Jaselli e la sua band; cantautore e chitarrista milanese che vanta una lodevole collaborazione con Jovanotti, o ancora, una prima parte di tutto rispetto durante un concerto di Ben Harper. Per concludere l’edizione di Càvea Festival non si poteva fare a meno di una formazione a «km 0» - i Make Plain. Il duo momò ripercorrerà l’intero repertorio deliziandoci con un concerto-bomba, che per l’occasione speciale vedrà protagonista anche la formazione allargata «GOS band».

Picture 58c09321 d16e 474b 8bd9 57dbdba5becaPicture 6591c25f 9550 4142 9964 c7635f93132aPicture 9b8561c6 0d08 4a6e b72a 6f0362050e0aPicture 3f90dbfc 2c9c 47de 96c6 61a2b2fff1a3

Che c’è di speciale nel nostro progetto

Le cave di marmo di Arzo, dopo le opere di restauro, godono di uno splendore e meritano di essere restituite alla popolazione. Càvea Festival si vuole proporre nel ventaglio dell’offerta di eventi di Cavaviva http://cavaviva.ch/ rendendo il proprio Festival un appuntamento fisso della nostra regione.

Content

Perché abbiamo bisogno del vostro sostegno

Creare un evento in una location così particolare non è cosa facile, siamo certi che con il contributo di tutti si possa realizzare qualcosa di magico che lasci un ricordo indelebile nel cuore del nostro Mendrisiotto.

Content