¯\_(ツ)_/¯Oups, la vidéo a été retirée par l’initiateur du projet.

Appunti visivi raccolti in un libro fotografico contenente ottanta immagini da negativo colore realizzate da Giuseppe Chietera e Fabio Tasca con fotocamere compatte nell'arco di quindici anni.

CHF 7’265

103% de CHF 7’000

"103 %"
Comment ça fonctionneä

Le principe du «tout ou rien» s’applique: l’argent ne sera reversé au projet qu’à condition d’avoir atteint ou dépassé l’objectif de financement.

57 contributeur*rices

Clôturé avec succès le 22.10.2018

Di cosa si tratta

Appunti visivi raccolti in un percorso espositivo (libro fotografico accompagnato da una mostra) che comprende circa ottanta fotografie a colori realizzate con fotocamere compatte, ’The Point and Shoot Series’ è un’osservazione a più riprese delle aree peri-urbane (con qualche incursione nelle città), di quei tratti distintivi e comuni che caratterizzano il paesaggio ’periferico’ occidentale. Le immagini presentate hanno in comune la necessità di riflettere ed evidenziare segni della realtà circostante e ri-proporre un mondo apparentemente ordinario e uniformato dall’abitudine al consueto. Un viaggio nella marginalità contemporanea denso di suggestioni pop.

La pubblicazione sarà affidata alla casa editrice Artphilein Editions di Lugano. Il coordinamento editoriale sarà a cura di Elide Brunati, mentre la progettazione grafica sarà realizzata da Paola Molteni. Vi saranno, inoltre, due contributi scritti di rilievo: una riflessione personale del giornalista e produttore televisivo Alberto Chollet e un testo dell’architetto Luigi Trentin, co-fondatore dello studio ACT Architettura e docente universitario.

Il libro sarà tirato in 250 copie numerate di cui 25 Special Edition con due fotografie originali firmate e numerate da I a XXV. La presentazione avverrà in occasione della mostra fotografica presso «La Limonaia» di Villa Saroli a Lugano, in collaborazione con i2a Istituto Internazionale di Architettura.

un caso non a caso

Il progetto raccoglie fotografie di Giuseppe Chietera e Fabio Tasca realizzate nell’arco di quindici anni in modo assolutamente indipendente, trovando a posteriori delle sorprendenti analogie nell’approccio e nella composizione. Il tutto reso uniforme grazie alla sapiente consulenza dello stampatore/fotografo Simone Casetta («Il Conservatorio della Fotografia»).

un progetto (in)finito

La sfida di fare una selezione tra centinaia di immagini e realizzare un libro fotografico che ben rappresenti, senza troppe elucubrazioni e con ’agilità’, il paesaggio periferico occidentale.