In cosa consiste questa folle avventura?

A gennaio, La Tribù composta da una coppia di attori ginevrini e da due adolescenti «worldschoolers», partirà per un’avventura di un anno in giro per il mondo. Il viaggio prende vita grazie a un numero straordinario di progetti artistici risolutamente orientati all’incontro con gli altri. Questo tour mondiale include un viaggio in famiglia, un progetto educativo, esperienze immersive, tre spettacoli teatrali, un lungometraggio, un documentario, un VLOG e una rivista cartacea.

L’Ambasciata di Svizzera ci offre un prezioso sostegno morale e logistico e dà, del nostro progetto, una definizione davvero bella: «Combinando teatro, volontariato e pedagogia, questo progetto ginevrino ci sembra un’iniziativa culturale e la manifestazione di un notevole desiderio di incontrare nuove persone; trova quindi una sua collocazione nell’ambito dello scambio culturale tra la Svizzera e gli altri paesi. Pertanto, incoraggiamo qualsiasi istituzione culturale o di altro tipo a partecipare a questo progetto e a sostenere la famiglia Landenberg nel suo viaggio».

Tutti i progetti sono sviluppati sul sito web www.zetribu.com

Content

Un progetto artistico e di famiglia

Nel nostro bagaglio, due spettacoli teatrali osannati da pubblico e stampa in Svizzera e in Francia, per offrirli alle Alliances françaises di tutto il mondo e uno spettacolo di strada che vedrà in scena l’intera famiglia, mettendo in luce i giovani acrobati. Sarà utilizzato come regalo, in strada, a seconda degli incontri.

Non ci fermiamo qui e gireremo un lungometraggio di fiction, su storie d’amore intrecciate e interrotte, sotto il sole dell’America Centrale. La famiglia è onorata di suscitare emozioni sotto l’occhio vigile di un regista speciale, dai progetti straordinari, Fred Baillif e di uno sceneggiatore d’eccezione, protagonista delle scene nei paesi di lingua francese, Fabrice Melquiot.

Godrete anche voi del viaggio perché ne stiamo preparando un diario filmato con una telecamera a 360°, un blog, un video e persino un diario cartaceo, stampato e inviato da persone con disabilità che partecipano ad un programma di integrazione.

In tal modo possiamo portare con noi gli spettatori e i lettori e farli immergere nel viaggio, consentendo loro di condividere con noi questa incredibile avventura.

E questo viaggio, come un viaggio iniziatico, ci permette di osservare e goderci i nostri ometti, adolescenti che crescono così velocemente, di trasmettere loro i valori a nostro parere fondamentali e di rubare un anno di vita per essere il più possibile vicini a loro. Perché è anche la storia dell’infanzia che lasceranno, e che forse hanno già un po’ lasciato, senza rendersene conto, senza avvertirci e, al tempo stesso, è un’occasione per coltivare tutte le nostre anime di fanciulli.

Abbiamo scelto di viaggiare in treno, per una certa magia che questo comporta e perché, di fronte ai problemi di oggigiorno, ciò risponde all’esigenza di viaggiare, ma con un mezzo di trasporto a basso impatto ambientale. Il treno è un’avventura in sé, un’esperienza, un’intensa introspezione.

Content

Il vostro supporto è determinante!

Grazie a voi, saremo in grado di offrire sogni, emozioni, immagini mozzafiato e intense storie di viaggio al maggior numero di persone possibile. Tutte le nostre capacità artistiche e umane sono al servizio di questo immenso ed eccezionale progetto.

Le vostre donazioni andranno a favore di viaggi in paesi e città che non hanno risorse in Russia, Asia e India, tra gli altri, e ci permetteranno di offrire loro gli spettacoli dei nostri tre spettacoli, ma anche di produrre il VLOG e il giornale mensile che potrete ricevere a casa vostra con storie intense e immagini meravigliose. Potete anche sostenere l’educazione a distanza dei nostri due adolescenti sovvenzionando corsi che li aiuteranno a realizzare i loro sogni quando ritornano dall’avventura. In questo modo, si garantisce l’apprendimento formale che andrà a completare le molte competenze acquisite in una tale avventura. Ci permettete anche di migliorare il minimo comfort di questo meraviglioso viaggio e di coprire le spese sanitarie. State anche ponendo la prima pietra per la realizzazione del lungometraggio che concluderà l’avventura e le cui riprese sono previste per la fine del 2020 in El Salvador, America Centrale.

Teatro, cinema, cinema, video, scrittura e avventura familiare riusciranno a raggiungere i loro obiettivi grazie al vostro sostegno. Non vediamo l’ora di portarvi con noi in questa avventura grazie al giornale, al VLOG e ai tanti modi per condividerla.

Content