Il Festival festeggia i suoi 18 anni con lo sguardo proiettato al futuro e decide di sostenere il lavoro di 3 narratori pugliesi che da Arzo sono passati in questi anni contribuendo a costruire con le loro storie «case di parole»: Enrico Messina, Daria Paoletta, Gaetano Colella con la guida del maestro Roberto Anglisani. Loro sono le Pagine Bianche su cui verrà scritto il progetto METAMORFOSI.